I Colombi

Tutte le forme di colombi domestici e le varietà che popolano le nostre città derivano dal Colombo (o Piccione) selvatico (Columba livia). I colombi sono di indole allegra, vivace, accorta e prudente. Fatti salvo quelli pesanti da carne, essi hanno un volo leggero, svelto e resistente; andatura elegante e caratteristica perché ogni passo, sui corti tarsi, è accompagnato da un vago cenno di riverenza fatta con il collo flessuoso e il piccolo capo. 

I colombi presentano un certo grado di intelligenza che conferisce loro una certa plasticità mentale per cui, attraverso l'apprendimento, possono modificare il comportamento istintivo, adattandolo alle esperienze acquisite. L'elevato senso dell'orientamento e la possibilità per un colombo viaggiatore di ritornare alla propria colombaia di origine anche da distanze ragguardevoli, e nelle più disparate condizioni di volo, resta in gran parte ancora un mistero.

Le razze, oltre che derivare da mutazioni, sono state "create" dalla fantasia degli allevatori, sfruttando la straordinaria duttilità biologica e l'adattabilità e plasticità morfologica, più per rincorrere la "moda" e desideri di originalità, che per bisogni reali di carattere economico.

Le diverse razze possono essere classificate in tre categorie principali:

 

               - razze da reddito, adatte soprattutto per la produzione della carne;

               - razze ornamentali o da esposizione;

               - razze da competizione (colombo viaggiatore)